Dal 1996

Le organizzazioni: macchine o organismi viventi?

Sempre più persone sono in difficoltà nel capire e affrontare un mondo sempre più complesso. Se pensiamo al mondo aziendale com’era anche solo 50 anni or sono, ci rendiamo conto di come la complessità gestionale sia letteralmente esplosa.

Per prendere qualsiasi decisione devo oggi considerare mille aspetti e vincoli; per scrivere una lettera devo consultare un avvocato; se sbaglio una parola in un comunicato rischio di finire in una valanga di fango sul web; ciò che ieri sembrava certo, oggi diventa confuso e caotico; il mercato ti cambia sotto i piedi in pochi mesi…

Una delle strategie per “tenersi a galla” in questa marea di complessità è adottare un nuovo modo di pensare e di leggere il contesto in cui operiamo. Per secoli si è adottata la metafora della macchina: il mondo era visto come un meccanismo molto complicato, ma ancora controllabile e comprensibile.

Oggi invece dobbiamo passare a una visione molto più flessibile e complessa, l’azienda come un organismo vivente: un organismo che cambia, che si adatta, che ha un comportamento imprevedibile, spesso paradossale. Solo così potremo affrontare la complessità della vita con uno spirito di curiosità e di fascino, invece che di insicurezza e di confusione.

Pin It