Dal 1996

Gestione delle riunioni

Gestione delle riunioni Quando il leader dovrebbe fare un passo indietro

Cosa può fare un leader per evitare che in una riunione tutti si adeguino al pensiero della maggioranza e che opinioni discordanti vengano (auto)censurate? Soprattutto se i membri del gruppo non sono caratterialmente molto forti, il comportamento del capo gioca un ruolo determinante.

Il leader (o il moderatore) dovrebbe esplicitamente invitare i membri del gruppo ad essere critici di fronte alle decisioni prese, oppure a portare idee innovative e contro-corrente.

Alcuni suggerimenti pratici:

  • Su ogni tema dibattuto, i membri gerarchicamente più importanti dovrebbero esprimersi per ultimi.
  • Una tecnica di moderazione usata per stimolare il dibattito critico è quella di dividere i partecipanti in piccoli gruppi, con obiettivi diversi e a volte opposti fra loro.
  • Per combattere il fenomeno del groupthink (“pensiero di gruppo”, ovvero pressione del gruppo a raggiungere un consenso sull’opinione della maggioranza) , è inoltre utile nominare in modo ufficiale un “avvocato del diavolo”, con lo scopo dichiarato di mettere in dubbio e criticare le opinioni e le decisioni del gruppo.
  • Richiedete dai partecipanti alla decisione una presa di posizione personale prima della riunione del gruppo (una breve e-mail è sufficiente).

Pin It